Morte di Aurelio Visalli: le frasi di condoglianze e cordoglio

Frasi di condoglianze e cordoglio per la morte di Aurelio Visalli, il sottoufficiale che ha sacrificato la propria vita in mare per salvare quella degli altri

0
Condoglianze Lutto Guardia Costiera
Condoglianze Lutto Guardia Costiera

26 settembre 2020: un giorno che molti ricorderanno per molto tempo; tante le frasi di condoglianze e cordoglio per Aurelio Visalli, Secondo Capo della Capitaneria di Porto della Guardia Costiera di Milazzo, morto nel salvataggio dei due ragazzini siciliani, di 13 e 15 anni, alla baietta “puntitta” a Milazzo.
Non è la prima volta, e purtroppo non sarà l’ultima, che il comportamento irresponsabile di qualcuno determina la morte di chi, per alto senso del dovere o altruismo, mette in pericolo la propria vita per salvarne delle altre.
Così ricordano Aurelio Visalli i suoi colleghi e amici: “Per noi è sempre stato un punto di riferimento, non si è mai sottratto ai suoi doveri ed era sempre pronto a tendere una mano a chiunque. Non doveva andare a finire così, non è giusto”.

La redazione di frasidicuore.com si stringe con affetto ai familiari di Aurelio Visalli, riportando, di seguito, alcune delle tantissime frasi di condoglianze e cordoglio per la tragica morte di Aurelio Visalli.

Guardia Costiera Milazzo morte Aurelio Visalli
Guardia Costiera Milazzo morte Aurelio Visalli

Frasi di condoglianze e cordoglio per la tragica morte di Aurelio Visalli

Roberto Visalli, fratello minore di Aurelio: “Era un eroe già da vivo. Penso che ogni persona che si sveglia la mattina per compiere il proprio dovere affrontando tanti sacrifici debba essere considerata un eroe”.

Elisa, amica della famiglia Visalli: “Aurelio era una persona straordinaria, solare e presente per la famiglia, amava il suo lavoro ed il mare, soprattutto quello di Ponente. Dedicava il suo tempo libero totalmente ai suoi due splendidi bambini e alla moglie, donna gentile e premurosa. Sul lavoro e nella vita era una persona attenta, infatti non riusciamo a spiegarci com’è potuto succedere tutto questo. La sua perdita ha sconvolto tutti”.

Lorenzo Guerini, ministro della Difesa: “Esprimo la vicinanza e il cordoglio alla famiglia e alla Guardia costiera del secondo capo Aurelio Visalli, il cui corpo è stato ritrovato in mare. E’ deceduto per salvare la vita a due bagnanti in difficoltà a Milazzo. Ricordiamo lui e tutte le persone che mettono il loro impegno e la loro vita al servizio dei cittadini e delle istituzioni”.

Angelo Tofalo, sottosegretario di Stato alla Difesa: “La notizia della morte in mare del Secondo Capo della Guardia Costiera Aurelio Visalli addolora la Difesa tutta. Il suo è stato un gesto eroico, non ha esitato a intervenire per soccorrere due bagnanti in difficoltà nel golfo di Milazzo. Ha dimostrato grande coraggio e altruismo, qualità proprie dei nostri militari che non esitano a mettere a rischio la propria vita per l’incolumità altrui. In queste ore di profondo dolore, stringo in un forte abbraccio la famiglia, gli amici ed i colleghi del Sottufficiale”.
“Alla moglie, ai figli, ai suoi affetti più cari esprimo sentimenti di profondo cordoglio. Espressioni di vicinanza li indirizzo al Comandante Generale del Corpo delle Capitanerie di porto – Guardia Costiera, Ammiraglio Ispettore Capo Giovanni Pettorino, al Capo di Stato Maggiore della Marina Militare Ammiraglio di Squadra Giuseppe Cavo Dragone e a tutto il personale della nostra Marina Militare”.

Sergio Mattarella, Presidente della Repubblica: “Sono rimasto particolarmente colpito dalla  tragica scomparsa del secondo Capo, Aurelio Visalli, caduto in mare durante una generosa operazione di salvataggio di alcuni bagnanti. La prego di far giungere ai familiari di Visalli, così dolorosamente  provati, e a tutto il personale del Corpo i miei  sentimenti di cordoglio e di solidarietà.”

Giuseppe Conte, Presidente del Consiglio: “La morte del sottufficiale della Guardia costiera Aurelio Visalli, che per salvare una giovane vita ha sacrificato la propria, unisce il Paese in un profondo dolore. Esprimo il mio cordoglio alla famiglia e rendiamo tutti merito al coraggio di un valoroso servitore dello Stato”.

Angelo Borrelli, Dipartimento della Protezione Civile: “Profondo cordoglio per la morte in mare del Secondo Capo della Guardia Costiera Aurelio Visalli durante un difficile intervento di soccorso nel Golfo di Milazzo. Altruismo e coraggio hanno guidato il gesto del Sottufficiale e drammaticamente la sua morte ci ricorda i rischi che ogni giorno affrontano gli operatori del soccorso. Nel porgere le più sentite condoglianze ai familiari per la grave perdita, il Capo del Dipartimento, rinnova la stima e la gratitudine per tutti coloro che quotidianamente lavorano nei diversi ambiti della protezione civile”.

Luigi Di Maio, ministro degli Esteri: “Ci lascia da eroe. È una giornata triste per tutti noi. È stato ritrovato il corpo del sottufficiale Aurelio Visalli, tuffatosi in mare per salvare la vita di un 15enne nelle acque di Milazzo. In questo momento di dolore, un abbraccio e la solidarietà dello Stato alla famiglia”.

Paola De Micheli, ministro dei Trasporti: “L’esito delle ricerche nel mare di Milazzo è quello che non avremmo mai voluto apprendere. Voglio far sentire tutto il mio affetto alla famiglia di Aurelio Visalli, scomparso mentre stava compiendo la missione più nobile assegnata alla Guardia Costiera: salvare vite umane”.

Nello Musumeci, presidente della Regione siciliana: “Sinceri e profondi sentimenti di cordoglio, anche a nome della comunità isolana. Il gesto di altruismo compiuto dal coraggioso militare, fino al sacrificio della propria vita fa del povero Visalli un esempio di eroismo di cui tutti dobbiamo avvertire l’orgoglio, rendendo doveroso omaggio alla sua memoria”.

Roberto Fico, presidente della Camera dei deputati: “Profondo cordoglio per la scomparsa del sottoufficiale Aurelio Visalli. Un uomo coraggioso e generoso che ha perso la propria vita per salvare un giovane dal mare in tempesta a Milazzo. Ai suoi cari e a tutta la guardia costiera la vicinanza mia e di Montecitorio”.

Barbara Floridia, senatrice del M5S: “La tragedia che oggi colpisce Milazzo ci lascia sgomenti. Un velo di tristezza è calato sul nostro comprensorio, per questo abbiamo ritenuto doveroso, per rispetto di Aurelio e della sua famiglia, sospendere la visita del ministro Luigi Di Maio che era prevista per oggi a Milazzo. Siamo dispiaciuti e addolorati per la tragedia accaduta al sottoufficiale della Capitaneria di Porto. Questo dolore ci ricorda però il profondo senso del dovere e la ricchezza di umanità che abita dentro molti italiani, molti nostri vicini, molti concittadini”.

Matilde Siracusano, deputata messinese di Forza Italia: “Non vorremmo mai leggere notizie di questo tipo. La morte del sottufficiale della Guardia Costiera, Aurelio Visalli, che ieri si è buttato in mare a Milazzo, in provincia di Messina, per mettere in salvo due giovani in difficoltà tra le onde, ci addolora immensamente e ci riempie di profonda tristezza. Il cordoglio di Forza Italia alla famiglia e alla marina militare, per la prematura scomparsa di un vero e proprio eroe. Un ragazzo di 40 anni, padre di due figli, che, da servitore dello Stato, ha agito per il bene della collettività, onorando fino in fondo la sua divisa”.

Antonio Tajani, vicepresidente di Forza Italia: “Profondo cordoglio per la morte, nel Golfo di Milazzo, del Secondo Capo della Guardia Costiera Aurelio Visalli. Ha sacrificato la sua vita durante un difficile intervento di soccorso in mare. Condoglianze e un forte abbraccio alla sua famiglia”.

Salvatore Deidda, capogruppo di FdI in commissione Difesa della Camera: “Esprimiamo sincero cordoglio per la scomparsa di Aurelio Visalli, 40 anni, secondo capo della Guardia Costiera di Milazzo, che ieri, senza alcun indugio, si è tuffato nel mare mosso per salvare la vita a 2 ragazzi in evidente pericolo di vita. Ha sacrificato la sua, come hanno rischiato di perderla i suoi colleghi e come rischiano, ogni giorno, i nostri uomini e le donne della Corpo delle Capitanerie di Porto Guardia Costiera e della Marina Militare. Non vogliono mai essere chiamati Eroi, ma il loro lavoro – che affrontano con passione e spirito di sacrificio – merita una considerazione sempre maggiore da parte di tutti noi e non solo quando accadono queste tragedie. Un gesto di eroismo che per loro è pane quotidiano. Alla famiglia di Aurelio Visalli e a tutti gli uomini e donne della Guardia Costiera e della Marina Militare le nostre più sentite condoglianze”

I parlamentari del Movimento 5 Stelle delle Commissioni Difesa di Camera e Senato: “Esprimiamo il nostro cordoglio e la nostra vicinanza alla moglie, ai due figli e alla famiglia tutta del secondo capo della Guardia Costiera Aurelio Visalli, che ha sacrificato la sua vita per salvare quella di due bagnanti a Milazzo. Con estremo coraggio e altruismo non ha esitato a gettarsi nel mare in tempesta per svolgere il suo dovere a protezione dell’incolumità altrui. Un gesto eroico con un tragico epilogo che ci ricorda i rischi che corrono ogni giorno i nostri militari che operano nel soccorso in mare: a tutti loro la nostra massima stima e gratitudine”.

Francesco D’Uva, deputato questore del MoVimento 5 Stelle: “La notizia della scomparsa del sottoufficiale della Guardia Costiera Aurelio Visalli mi addolora profondamente. Ieri pomeriggio, durante il nubifragio che si è abbattuto su Milazzo, nel messinese, Visalli non ha esitato a lanciarsi in mare per salvare la vita a due ragazzi. Onore al suo gesto, al suo coraggio e al suo altruismo. Mi stringo al dolore della famiglia e di tutta la comunità milazzese”

Maria Tripodi, capogruppo di Forza Italia in Commissione Difesa a Montecitorio: “Grande tristezza per la scomparsa di Aurelio Visalli, secondo capo della Guardia costiera, caduto nell’esercizio delle funzioni durante un intervento nel golfo di Milazzo. Esprimo profondo cordoglio alla sua famiglia e vicinanza a tutti i colleghi. Una preghiera lo accompagni”.

Roberto Traversi, sottosegretario alle Infrastrutture e Trasporti con delega ai Porti: “Mi unisco al dolore dei familiari del sottufficiale morto in mare nel tentativo di salvare la vita di un ragazzo e a quello degli uomini della Guardia Costiera di Milazzo. Il suo eroico sacrificio è l’esempio più chiaro dell’impegno e della dedizione di un Corpo ogni giorno svolge un lavoro impagabile a tutela della sicurezza di chi è in mare e assumendo i rischi di una missione che troppo spesso è disconosciuta … Il nostro ringraziamento e la nostra vicinanza alla Guardia Costiera deve essere quella di un Paese intero, orgoglioso del loro impegno e della loro assoluta dedizione”.

Salvatore Chillemi, dirigente sindacale dell’O.S.A.P.P. di Barcellona Pozzo di Gotto: “Un atto eroico, conclude il sindacalista, che fa capire lo spessore umano di questo servitore dello Stato che deve restare sempre indelebile nelle menti di tutti coloro che hanno giurato fedeltà al Patria”.

Don Cleto D’Agostino, parroco di Venetico: “Ci sono vicende umane in cui i dolori sono provocati da errori umani”.